Nuovo bonus 600 euro a occasionali, stagionali e intermittenti

Nuovo bonus 600 euro a occasionali, stagionali e intermittenti

13 Maggio 2020 0 Di direzione

Un decreto interministeriale assegna risorse per il bonus 600 euro a nuove categorie di lavoratori senza partita IVA finora esclusi, già da marzo

Con un decreto interministeriale Lavoro- Economia n. 10 firmato il 4 maggio e pubblicato ieri 11 maggio, (ALLEGATO QUI SOTTO) il bonus INPS di 600 euro per marzo viene esteso a nuove  categorie di lavoratori, finora escluse. Si tratta di circa 350 mila lavoratori con contratti di prestazione occasionale , intermittente o stagionale, che non erano stati considerati nelle norme del decreto Cura Italia. 

Il decreto  fa riferimento, ampliandone le risorse,  al  Fondo per il reddito di ultima istanza, previsto dall’art. 44 del decreto legge 18/2020 che copre anche le indennita  per gli iscritti alle Casse di previdenza degli ordini professionali. Per questa categoria le casse ordinistiche  stanno già gestendo e anticipando gli assegni ma saranno poi risarcite dallo Stato .

Le nuove indennità  sono riferite al mese di marzo 2020  e si rivolgono piu precisamente  alle seguenti NUOVE CATEGORIE :

  • lavoratori stagionali non impiegati nel settore turistico o termale  con contratto cessato  involontariamente tra il 1° gennaio 2019 e il 31 gennaio 2020 e che hanno lavorato per almeno 30 giorni in tale arco di tempo; 
  • lavoratori intermittenti  con almeno 30 giorni  di lavoro tra il 1° gennaio 2019 e il 31 gennaio 2020 
  • venditori a domicilio (articolo 19 del Dlgs 114/1998) con partita Iva, reddito 2019 derivante da questa attività superiore a 5mila euro e iscritti alla gestione separata Inps in via esclusiva al 23 febbraio 2020;
  • lavoratori autonomi senza partita Iva e iscritti in via esclusiva alla gestione separata Inps al 23 febbraio che, tra il 1° gennaio 2019 e il 23 febbraio 2020 abbiano avuto contratti di collaborazione autonoma occasionale (articolo 2222 del Codice civile) con accredito di almeno un contributo previdenziale mensile, ma senza contratto alla data del 23 febbraio 2020

Per tutti si applicano anche i  requisiti di :

  • non avere un contratto di lavoro dipendente (tranne quello intermittente)  e di
  • non essere destinatario di assegni di pensione  

Come per gli altri bonus, l’importo non sarà soggetto a tassazione e non puo essere cumulato con gli altri tipi di indennità.

Per le modalità operative di richiesta si dovra attendere la consueta circolare di istruzioni INPS. Con ogni probabilità  si utilizzerà la piattaforma online  in uso per gli altri bonus già attivi per  i professionisti senza Cassa, collaboratori,  artigiani e commercianti .

(Per approfondire “Indennità 600 euro Inps : la procedura”)

Nella bozza del decreto legge Rilancio attualmente in preparazione  sono previste risorse per l’erogazione del bonus anche per aprile e maggio.

Per ulteriori dettagli  leggi anche ” Bonus 600 e mille euro tra conferme novità”