Vicenza, rimproverato, nigeriano aggredisce residente: denuncia su Fb

Vicenza, rimproverato, nigeriano aggredisce residente: denuncia su Fb

20 Aprile 2020 0 Di direzione

Lo straniero, che stava circolando in bici sul marciapiede, aveva quasi investito una signora. Furioso per i rimproveri, si è scagliato contro un residente e, dopo avergli strappato la mascherina, gli ha sputato in faccia, minacciandolo di morte e prendendolo a schiaffi

Sale la tensione a Vicenza, dove la difficile convivenza fra i residenti italiani ed alcuni cittadini stranieri è ormai giunta al limite. Basta poco per far scattare la scintilla, come dimostrato dall’episodio avvenuto soltanto pochi giorni fa.

Rimproverato per aver quasi investito una donna con la propria bicicletta, un giovane di colore ha infatti dato in escandescenze, arrivando ad aggredire ed a minacciare un uomo che aveva preso le parti della signora. In seguito alla vicenda non è stato per ora preso alcun provvedimento, ma la preoccupazione dei vicentini non fa che aumentare.

Il fatto, secondo quanto riferito dal gruppo Facebook “Vicenza ai vicentini”, che ha denunciato l’accaduto, si è verificato durante la tarda mattinata dello scorso sabato 18 aprile, intorno alle ore 12:45.

L’extracomunitario – un nigeriano, stando a quanto riportato dalla pagina social – stava percorrendo in bicicletta viale Milano, nel centro storico di Vicenza, quando per poco non ha travolto una residente del posto. La responsabilità, raccontano i cittadini, era proprio dello straniero, dal momento che stava circolando sul marciapiede. La donna ha pertanto ripreso l’africano, che per tutta risposta le si è rivoltato contro. A prendere le difese della signora un altro residente, contro il quale il soggetto si è scagliato con estrema veemenza.

Dopo le urla, gli schiaffi e le minacce di morte, il nigeriano ha addirittura strappato la mascherina che l’uomo stava indossando per sputargli in faccia. Un’azione, questa, che ha naturalmente scatenato il panico, considerato che la saliva è uno dei principali veicoli di trasmissione del Coronavirus. La scena è stata fortunatamente filmata da alcuni passanti, ed ora i video sono al vaglio dei carabinieri, i quali si occuperanno di risalire alle reali responsabilità di ciascuno dei partecipanti.

Intanto, sul gruppo Facebook dei vicentini viene lanciato un accorato appello alle istituzioni. “La situazione continua ad essere pesante per i residenti della zona che dopo essersi presi le bottigliate sui terrazzi, ora se scendono di casa rischiano pure di essere aggrediti fisicamente dai soliti “black riders” della droga e spacciatori. Ancora una volta ci rivolgiamo alle forze dell’ordine per pretendere una stretta di controlli su questi soggetti che vanno fermati ed arrestati, prima che la situazione degeneri ulteriormente”, si legge nel post. Tanto il malcontento che traspare anche dai commenti lasciati sotto il messaggio di denuncia. Le persone sono stanche. “I droni e le forze di polizia sono impegnate a rincorrere gli italiani. Questi sono intoccabili”, dichiara un utente.

“Mi chiedo dove andremo a finire e cosa succederà a quella che una volta era una bella città. Ricordo solo a chi ci amministra che durante la campagna elettorale le promesse fatte sono state tante soprattutto a noi residenti in queste zone. Ad oggi il degrado continua anzi forse è aumentato! Di tossici ubriaconi spacciatori non se ne può più”, aggiunge una cittadina. “Le forze dell’ordine lavorano male e sono mortificate da leggi che favoriscono i delinquenti”, ricorda un altro utente. “Noi siamo in casa e loro fanno i padroni della nostra città”, commenta un’altra residente.