Zaia: “Si possono allentare alcune misure senza aspettare il 4 maggio”

Zaia: “Si possono allentare alcune misure senza aspettare il 4 maggio”

18 Aprile 2020 1 Di direzione

Il governatore del Veneto si è detto pronto ad allentare il lockdown. Nella regione si può iniziare a pensare alla fase 2 e a convivere con il virus

Per il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, sarebbe opportuno ricominciare a riaprire con gradualità da oggi fino a lunedì 4 maggio.

Ci sarebbero i presupposti per riaprire e i numeri sono in calo. Inutile quindi aspettare.

Riaprire in modo ragionato

“Il Dpcm scade il 3 maggio e la nostra posizione è che il 4 maggio si possa aprire con tutte le regole e garanzie. Se si volesse fare un passo in più si potrebbe allentare da subito, in modo razionale, prudente e ragionato, in modo che ci possa essere più consapevolezza, lavorare piano piano, scaldare i motori e andare a regime”, ha spiegato il governatore. La posizione presa dalla Regione Veneto è quindi che si possa riaprire con criteri e garanzie scientifiche. In modo razionale, prudente e ragionato. Nell’ordinanza di riapertura, la Regione ha istituito il Covid manager, colui che potrebbe essere il responsabile della sicurezza. Zaia si augura che questa figura venga copiata e introdotta anche nel decreto del governo.

Il 40% delle aziende sta già lavorando

Il presidente ha inoltre precisato che il lockdown in effetti non esiste più, dato che vi sono aziende che con i codici Ateco e varie deroghe da parte delle prefetture sono già aperte. Grazie a queste ultime sarebbero il 40% le imprese che stanno lavorando. Che trovano comunque l’appoggio di Zaia, visto che lui stesso ha sottolineato che “in Veneto oggi la situazione del contagio permette di cominciare di pensare alla Fase 2 e di convivere con il virus. Io avrei forse iniziato prima con alcuni comparti in modo tale che si potesse avere una apertura graduale e responsabile che ci permettesse di stare sul mercato”. Per quanto riguarda la sicurezza, il presidente ha detto che sono già stati fatti migliaia di controlli e che i risultati ci sono e sono ben visibili. Solo qualche caso isolato ma nessun focolaio all’interno delle aziende. Sarebbe quindi dell’idea di riaprire con gradualità da oggi fino al 4 maggio, giorno in cui scade il Dpcm. In questo modo per quella data sarebbero preparati e il sistema sarebbe già stato rodato.

Possono riaprire tutti i settori

Mascherine, guanti e distanziamento sociale potrebbero bastare, in modo da non complicare troppo la vita alla popolazione. Su quali aziende potrebbero ripartire per prime, Zaia non si è sbilanciato, secondo la sua opinione tutti i settori potrebbero riaprire senza distinzione. Il governatore si è detto anche convinto che in autunno il Covid-19 si ripresenterà. A questo proposito è già stato fatto “un incontro con gli assessori veneti per parlare della proiezione su settembre ottobre. Dovremo tutti essere a quel punto in perfetta forma fisica e molto performanti dal punto di vista sanitario”.I tamponi saranno le munizioni per combattere la guerra al coronavirus.