Coronavirus, le vittime negli Stati Uniti sono salite a 22mila

Coronavirus, le vittime negli Stati Uniti sono salite a 22mila

13 Aprile 2020 0 Di direzione

Usa, un morto al minuto Ora Trump attacca tutti “Fauci? Ora va silurato…”

Il paese arriva a quota 22.000 morti mentre Trump chiede le dimissioni di Anthony Fauci, immunologo consulente del governo che critica il fatto che gli Stati Uniti non abbiano chiuso le frontiere mesi fa

I decessi negli Stati Uniti d’America per coronavirus, in base ai dati che arrivano dalla Johns Hopkins University, ammonterebbero a 22.020 su 555.313 casi di positività.

Un dato che preoccupa, soprattutto perché nelle ultime 24 ore ci sono stati 1.514 decessi, una battaglia che sembra stia mettendo in ginocchio gli Stati Uniti d’America. Il dato allarmante è che c’è un morto ogni minuto.

Donald Trump ha deciso di twittare e criticare l’operato di Anthony Fauci, immunologo di origini italiane che il governo statunitense ha assunto come super-esperto di malattie infettive. Fauci tempo addietro aveva dichiarato che i politici avrebbero dovuto ascoltare gli esperti medici quando gli stessi stavano chiedendo a gran voce di chiudere il paese, questo avrebbe sicuramente salvato moltissime vite. Il presidente ha quindi ripreso un tweet di DeAnna Lorraine, ex repubblicana candidata al Congresso che diceva: “Ora Fauci dice che Trump avrebbe dovuto ascoltare lui e la sua equipe per gestire il problema. L’esperto medico non ricorda forse che il 29 febbraio lui stesso stava affermando che non c’era nulla di cui preoccuparsi?”. L’ex candidata ha successivamente lanciato un hashtag: Time to #FireFauci, ovvero “È ora di licenziare Fauci”.

L’epidemia di coronavirus va ad incrociare le elezioni presidenziali del 2020, il 3 novembre gli americani saranno infatti chiamati a scegliere il loro presidente a scelta tra Donald Trump e Joe Biden in attesa di essere confermato dalla convention democratica. La critica maggiore che Biden fa, attraverso le pagine del New York Times, è che il governo non abbia garantito sufficiente equipaggiamento medico e lo stesso futuro candidato chiede a gran voce: “Che l’economia riparta quanto prima. Non è possibile che ancora si pensi che situazione economica e sanitaria debbano essere separate”.

Trump ha dunque risposto con un tweet, accusando il giornale di fare propaganda sulla falsità

“La storia del New York Times è falsa, così come anche il giornale. Mi hanno detto che mi sono mosso troppo velocemente quando ho chiusl e frontiere con la China, molto tempo prima che altri lo volessero”. Biden dovrà essere confermato dal confermo di democratici che dovranno o meno approvare la sua candidatura si legge sull’HuffPost quando tutta l’emergenza coronavirus sarà finita.