“Task force?”, “Fantastico”. ​Scontro Meloni-Morani

“Task force?”, “Fantastico”. ​Scontro Meloni-Morani

5 Aprile 2020 0 Di direzione

La task force contro le fake news sul coronavirus non è piaciuta alla Meloni che teme la limitazioni delle le libertà fondamentali e costituzionali. La replica del Pd

Nonostante l’emergenza coronavirus, continua lo scontro politico tra maggioranza e opposizione. L’ultimo duello tra Fdi e Pd è relativo alla task force contro le fake news sul coronavirus per contrastare la disinformazione e le false notizie sul Covid-19 istituita da sottosegretario dem con delega all’Editoria Andrea Martella.

Questo organismo è formato da rappresentanti del ministero della Salute, della Protezione civile e dell’Agcom. Inoltre, a titolo gratuito, figurano anche giornalisti, specialisti della comunicazione e del fact-checking come Riccardo Luna, giornalista, scrittore ed editorialista di Repubblica, Francesco Piccinini, direttore di Fanpage, David Puente, responsabile fact-checking per il giornale online Open, Ruben Razzante, professore di diritto dell’informazione alla Cattolica di Milano, Luisa Verdoliva, docente di Elaborazione dei segnali multimediali alla Federico II di Napoli, Giovanni Zagni, direttore di Pagella Politica, Fabiana Zollo, ricercatrice sui flussi informativi online alla Ca’ Foscari di Venezia, e Roberta Villa, medico e già collaboratrice del sito anti-bufale in medicina Dottore ma è vero che? dell’Ordine nazionale dei medici.

La creazione di questo organismo non è piaciuta a Giorgia Meloni che su Facebook ha subito lanciato un duro attacco evocando il futuro distopico di “1984” di George Orwell:”Il Governo istituisce una sedicente ‘Task force anti Fake news’ che avrà il compito di assicurarsi che sia diffusa solo la verità sul Covid-19 (proprio come il ministero della Verità di orwelliana memoria). Sempre il Governo ha scelto di imperio gli ‘esperti’ (tra loro neppure un medico o un virologo) che decideranno cosa si può dire e cosa no”, ha scritto su Facebook la leader di Fdi

La stessa Meloni ha ricordato che “tra le ‘fake news’ c’erano fino a ieri anche il fatto che gli asintomatici trasmettono il virus, che fosse utile tenere in quarantena chi proviene da zone a rischio, che fosse saggio indossare la mascherina in pubblico”. La leader di Fdi vede nella creazione della task force un pericolo: “Credo che si stiano limitando le libertà fondamentali e costituzionali con eccessiva disinvoltura”. Il post si conclude con una battuta al vetriolo: “P.S. Mi manderanno in un campo di rieducazione per queste mie parole o si limiteranno a oscurare il post su Facebook?”.