Coronavirus, a Hong Kong 51 nuovi casi di contagio

Coronavirus, a Hong Kong 51 nuovi casi di contagio

1 Aprile 2020 0 Di direzione

Tra loro anche un bambino di 40 giorni

L’onda di ritorno ha ormai raggiunto Hong Kong. L’ex colonia ha registrato nelle ultime 24 ore 51 nuovi contagi accertati da COVID-19, che hanno portato a 765 il totale. Lo riferisce il South China Morning Post, il prestigioso giornale del territorio semi-autonomo.

Tra i contagiati, tra l’altro, risulta esservi il più giovane infettato mai registrato a Hong Kong: un bambino di 40 giorni.

Chuang Shuk-kwan, il capo dell’ufficio malattie infettive del Centro per la protezione della salute, ha riferito che 34 dei nuovi pazienti hanno storie di viaggi all’estero recenti e 13 di questi sono studenti di ritorno. Due altri sono un pilota e un assistente di volo.

I 17 altri nuovi casi non hanno esperienze di viaggio recenti e questo dato risulta in progressione rispetto a quelli di ieri e l’altro ieri (rispettivamente 8 e 7).

Tra i nuovi infettati ci sono due persone che facevano parte di un gruppo che si era riunito in un karaoke, un tipo di strutture che non era nelle misure di distanziamento sociale emesse dall’amministrazione dell’ex colonia. Ieri altri cinque componenti del gruppo sono risultati positivi al test.

Il governo ha annunciato che allargherà da oggi le tipologie di attività commerciali e ludiche a cui verrà imposta  la chiusura, aggiungendovi tra l’altro anche le sale da karaoke, quelle per il tradizionale gioco cinese del mahjong, i centri massaggi, i nightclub e altri tipi di club. Già la scorsa settimana erano stati chiusi cinema, teatro, sale per feste. Per quanto riguarda i ristoranti, resta l’apertura con l’obbligo di rispettare 1,5 metri di distanza tra i tavoli.