Coronavirus, in Germania suicida Thomas Schäfer, ministro delle Finanze dell’Assia: “Angosciato per la pandemia”

Coronavirus, in Germania suicida Thomas Schäfer, ministro delle Finanze dell’Assia: “Angosciato per la pandemia”

29 Marzo 2020 0 Di direzione

Negli ultimi giorni aveva lavorato “giorno e notte” per aiutare le aziende e i lavoratori a gestire lʼimpatto economico della pandemia

E’ shock in Assia, il Land tedesco di Francoforte sul Meno, dove l’assessore alle finanze Thomas Schaefer si è suicidato a 54 anni lasciando moglie e due figli. Il politico della Cdu era dato come possibile successore dell’attuale presidente Volker Bouffier. “Si preoccupava moltissimo che non si sarebbe riusciti a venire incontro alle enormi aspettative di aiuto della popolazione, era assillato da questa angoscia” ha spiegato Bouffier.

Secondo quanto riportato dalla Bild, Schäfer ha lasciato una lettera d’addio in cui si trovano le motivazioni che lo hanno portato al suicidio, Il suo cadavere è stato rinvenuto sabato 28 marzo, di mattina, accanto ai binari dell’Ice, il treno superveloce tedesco, nei pressi di Hochheim.

A fornire le prime spiegazioni ha pensato l’attuale presidente dell’Assia, Volker Bouffier, di cui Schäfer avrebbe dovuto ereditare la presidenza. “Siamo tutti scioccati dalla morte inattesa di Schäfer e dobbiamo adesso elaborare questo lutto”, ha detto Bouffier, il quale ha anche affermato che proprio l’emergenza del coronavirus aveva sconvolto l’assessore. “Si preoccupava moltissimo che non si sarebbe riusciti a venire incontro alle enormi aspettative di aiuto della popolazione”, ha spiegato. “Era assillato da questa angoscia” ha aggiunto Bouffier.

Pochi giorni fa, parlando al parlamento del Land, Schäfer aveva descritto l’epidemia “la sfida del secolo”. In Assia c’è la capitale finanziaria tedesca, Francoforte, dove hanno sede i principali istituti di credito, come Deutsche Bank e Commerzbank, e anche la Banca centrale europea. Schäfer ne guidava le finanze da 10 anni. Probabilmente, la convinzione che non potesse fare abbastanza per proteggere e aiutare le aziende e i lavoratori a gestire l’impatto economico della pandemia in corso hanno portato Schäfer a togliersi la vita.