LA MERKEL INNERVOSITA DA CONTE

LA MERKEL INNERVOSITA DA CONTE

28 Marzo 2020 0 Di direzione

La collisione tra il il gruppo dei Paesi del Nord guidati dalla Germania e il fronte mediterraneo, del quale fanno parte, tra gli altri, Italia, Spagna e anche la Francia, ha generato un terremoto che rischia di spaccare l’Unione europea. Gli ultimi vertici hanno inasprito le divergenze tra le parti, completamente agli antipodi per quello che riguarda l’approccio economico da utilizzare per aiutare gli Stati membri a combattere l’emergenza provocata dal nuovo coronavirus.

Conte, Macron e Sanchez, soltanto per citare i leader che più si sono esposti, spingono per l’adozione degli eurobond, mentre Merkel e i nordici ritengono che sia sufficiente quanto promesso dalla Banca centrale europea, in aggiunta alla sospensione del patto di stabilità. Nei prossimi giorni tutti i nodi arriveranno al pettine e capiremo la decisione finale di Bruxelles

Nel frattempo è interessante dare uno sguardo alla stampa tedesca. Che cosa ne pensano i giornali della Germania di tutta questa storia? Partiamo dal presupposto che Angela Merkel non è affatto contenta dell’atteggiamento mostrato da Giuseppe Conte. Il motivo è semplice: gli eurobond costerebbero ai contribuenti tedeschi 30 miliardi di euro.

Partiamo con l’illustrare il punto di vista del die Zeit, vicino al centrosinistra. La linea risponde ai seguenti titoli: “L’Europa delude l’Italia” ma anche “I capi di Stato e di governo dell’Ue non si sono accordati sui coronabond”: Passiamo quindi allo Spiegel: “Ma una comunità che lascia cadere in emergenza i suoi membri non merita questo nome. Merkel rigetta i coronabond e tuttavia parla di solidarietà”.

Diverso il fronte conservatore, con la Welt a fare da capofila. Secondo il quotidiano, Merkel sarebbe stata “innervosita dall’aggressività del premier italiano”. Il giornale fa notare anche che la cancelliera ha partecipato alla videoconferenza senza mostrarsi e facendo parlare un interprete. Segnali, insomma, non proprio concilianti.

La stampa tedesca è spaccata

I Verdi contestano la linea adottata da Berlino e puntano il dito contro Angela Merkel: “Con il suo grossolano no agli eurobond il governo tedesco calpesta l’idea europea“, ha spiegato l’europarlamentare Sven Giegold alla Dpa. Tornando alla stampa, il Die Zeit rincara la dose: “Senza accordo del progetto europeo presto non resterà più molto. Il messaggio di Ursula von der Leyen, evidentemente non è arrivato”.

Per la nota testata tedesca “questa crisi rivela una debolezza fondamentale dell’Europa, ma soprattutto dell’unione monetaria europea. Il contenimento della pandemia richiede misure coercitive che fanno sì che l’economia si blocchi. Per evitare un completo collasso economico, sono necessari enormi salvataggi governativi“.

Il Die Welt sposa, invece, la visione della Merkel: “Conte aggressivo, Merkel lo riteneva charmant. Non si tratta della difesa di un principio, ma di evitare ulteriori carichi ai contribuenti tedeschi, austriaci e olandesi. Solo per i tedeschi, secondo gli esperti delle finanze, attraverso gli eurobond o i coronabond si arriverebbe a costi da 20-30 miliardi. Un ragionamento che lascia freddo il premier Conte”. L’ultima battuta riguarda Merkel, rimasta “confusa dall’aggressività del premier italiano: aveva sempre ritenuto l’avvocato star della Puglia particolarmente charmant”. Il braccio di ferro prosegue