Il rettore di Perugia agli studenti: “Alla fine ci ubriacheremo e pomiceremo sui prati”

Il rettore di Perugia agli studenti: “Alla fine ci ubriacheremo e pomiceremo sui prati”

22 Marzo 2020 0 Di direzione

Il messaggio del rettore Oliviero ai suoi studenti: “Vi chiedo comprensione, vi chiedo solidarietà. Vi prometto che alla fine organizzerò una festa pazzesca”

“Probabilmente dovremo saltare una sessione di esami. Vi chiedo comprensione, vi chiedo solidarietà, vi chiedo un aiuto”.

Inizia così il videomessaggio del rettore dell’Università degli studi di Perugia Maurizio Oliviero che, interrompendo una lezione online, si è rivolto ai suoi studenti. “L’aiuto è quello di sollecitare le cose che possiamo fare di più. Siamo a disposizione, vi vogliamo bene, siete la nostra risorsa più importante – ha continuato Oliviero con la voce rotta dall’emozione -. Quindi forza, vi voglio determinati, vi voglio ottimisti e vi voglio convinti che se noi siamo tutti insieme a combattere questa situazione, credetemi, ne usciremo presto”. Un messaggio di incoraggiamento a tutti studenti e un invito a non mollare (guarda il video).

Parole piene di emozione quelle del rettore Oliviero che ha poi stupito così tutti gli universitari: “Vi prometto che organizzerò una festa pazzesca. Vi voglio tutti ubriachi, tutti a pomiciare sui prati. Sarò ubriaco anche io, ve lo prometto”, ha annunciato. “Saremo qui – ha continuato -. Migliaia di persone, ci uriacheremo, penseremo a questi momenti e diremo che ce l’abbiamo fatta. Siamo un grande Paese, siamo popolo, siamo una grande comunità. Oggi abbiamo bisogno di alzarci in piedi, di essere comprensivi l’un l’altro e vi prometto che ce la faremo”.

“Vi voglio bene. Buon lavoro e spero di riabbracciarvi tutti molto presto”, ha concluso il rettore scusandosi per aver interrotto la lezione. E così la docente è subito intervenuta. “Una piccola postilla che forse dovevo fare all’inizio: ti stavamo registrando”, ha spiegato la professoressa al rettore specificando forse un po’ incredula: “Un invito all’ubriachezza”. “Assolutamente sì – ha affermato il rettore -. Come sapete, per me ogni parola è un impegno. Sappiate che faremo una festa straordinaria. E vi voglio vedere tutti ubriachi a ballare. Io sarò il primo e penso di non avere mai ballato in tutta la mia vita. Sarà la prima e forse anche l’ultima in cui ballerò”, ha dichiarato ridendo. “Vi voglio bene, a presto”.

Il messaggio è subito finito sui social: centinaia i commenti positivi degli studenti che hanno apprezzato le parole del loro rettore. “Un signor magnifico rettore, parla con passione al cuore di tutti, solo per questo vale iscriversi all’ateneo di Perugia”, si legge tra i commenti degli universitari pronti a fare festa quando tutto sarà finito.