Coronavirus, il diario della giornata con tutti gli aggiornamenti in tempo reale

Coronavirus, il diario della giornata con tutti gli aggiornamenti in tempo reale

21 Marzo 2020 0 Di direzione

L’epidemia continua a diffondersi e a fare vittime. Crescono i contagiati in Calabria. Tutti i numeri provincia per provincia e il riepilogo delle notizie più importanti

In Italia sono 627 i nuovi deceduti con il Coronavirus. Lo fa sapere il capo della Protezione civile Angelo Borrelli nel bollettino quotidiano. Borrelli sottolinea la preposizione ‘con’. Sarà infatti l’Iss (Istituto  Superiore di Sanità) ad accertare le cause della morte. Si tratta in ogni caso del dato più alto dall’inizio dell’epidemia. La maggioranza dei decessi in Lombardia, dove oggi si contano 381 vittime in più di ieri. In Italia i malati ad oggi sono 37.860 (+ 4.670 in più rispetto a ieri.) 5.129 le persone guarite, 4.032 i deceduti, 47.021 i casi totali, con un’impennata in un giorno di 5.986 nuovi casi. 

Coronavirus Italia, +627 morti. Mai così tanti. Picco contagi potrebbe slittare

Il picco dei contagi potrebbe slittare. Borrelli: “Non sapremo mai quando sarà il picco, dicono gli esperti: si parlava ragionevolmente della settimana prossima o successiva, ma non c’è un dato scientifico. Ci sono tendenze o valutazioni. Le misure finora hanno dato risultati: il numero di persone positive è frutto della circolazione del virus precedente alla stretta e ci auguriamo che con misure attuali e che saranno prese ci permetteranno di fermare l’epidemia”.

In Calabria. Sono 207 le persone risultate positive al Coronavirus nelle ultime 24 ore: +38 rispetto alla giornata di ieri. E’ quanto emerge dal bollettino ufficiale della Regione Calabria aggiornato alle ore 17 del 20 marzo 2020. Su 2141 tamponi effettuati sono stati 1934 quelli negativi.

Coronavirus in Calabria, il bollettino della Regione: 207 casi positivi (38 in più di ieri)

A Cosenza. Aumentano di ora in ora i casi di coronavirus in Calabria. Nell’ormai lungo elenco dei pazienti risultati positivi c’è anche un vigile del fuoco in servizio al Comando provinciale di Cosenza. Dal 16 marzo si era messo in quarantena volontaria seguendo tutte le procedure del caso per evitare di contagiare anche i suoi colleghi. Ora si trova ricoverato nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale Annunziata. Tra i casi di contagio al Coronavirus  nella provincia di Cosenza c’è anche una bimba di un anno e sua madre che sono risultare positive ieri al Covid-19 nella provincia di Cosenza. Provenivano da Santo Stefano di Rogliano ed hanno effettuato il test all’ospedale Annunziata di Cosenza. Fari accessi anche su una terza persona. Un altro caso proveniente da Rogliano, inizialmente ritenuto positivo, è stato poi smentito dopo il tampone nel presidio bruzio.

Coronavirus, un vigile del fuoco tra i contagiati. Oltre 50 colleghi in quarantena

A Vibo. L’emergenza coronavirus è un susseguirsi di notizie e di aggiornamenti minuto per minuto. L’ultimo, in ordine cronologico, è arrivato poco dopo le 14. Si tratta dell’esito dei due tamponi inviati dall’Asp di Vibo Valentia all’ospedale “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro. Il risultato? Positivo. Ciò vuol dire che nel Vibonese ci sono altri due pazienti affetti da Covid-19. Il numero complessivo, aggiornato, sale quindi da otto a dieci. A confermare la notizia sono state fonti accreditate dell’Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia contattate da Zoom24. Da quanto è stato possibile apprendere si tratta di due soggetti residenti nell’hinterland vibonese, già in quarantena. Nei loro confronti il Dipartimento di prevenzione dell’Asp aveva programmato il test che ha quindi dato esito positivo. Entrambi restano in isolamento con le opportune e necessarie precauzioni.

Coronavirus, positivi due tamponi. Salgono a dieci i casi in provincia di Vibo

La nuova linea. Tamponi a tutti gli operatori sanitari, a partire da quelli più a rischio, e aumento del numero dei tamponi sul territorio, estesi anche agli asintomatici. Sono queste le misure che il dirigente generale del Dipartimento regionale Tutela della Salute della Calabria, Antonio Belcastro, ha annunciato a partire da oggi in un collegamento in diretta con il Tg3 Calabria. “Nella prima telefonata questa mattina, alle 6,30, la presidente Santelli – ha rivelato Belcastro – ha detto non di irrigidire le misure ma di iniziare da subito con le decisioni assunte ieri nell’unità di crisi, intanto con gli operatori che sono stati più a diretto contatto con pazienti critici, pazienti Covid o pazienti potenziali Covid. Quindi – ha proseguito il dg del Dipartimento regionale Tutela della Salute – da questa mattina abbiamo iniziato negli ospedali con i tamponi per gli operatori sanitari. Non si farà tutto in una giornata ma sarà fatto per fasi, iniziando con gli operatori più a rischio. Questa è una prima misura”.

Coronavirus, la nuova linea  della Regione:”Tamponi a tutti i sanitari e agli asintomatici”

L’ordinanza della Santelli. “Con decorrenza immediata e fino al 31 marzo 2020 sull’intero territorio regionale è fatto obbligo a tutti i cittadini di rimanere nelle proprie abitazioni; sono consentiti esclusivamente spostamenti individuali temporanei, motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute”. E’ quanto dispone la nuova ordinanza firmata da Jole Santelli.

Coronavirus, nuova ordinanza della Santelli: “Un obbligo restare a casa”

Se non lo fa il governo, “lo faremo noi”. E con l’aiuto dell’esercito, se serve. Dalla Difesa c’è “disponibilità” a venire incontro alle richieste dei governatori. E se in Campania e Sicilia i militari sono già stati mobilitati, sono diversi i sindaci (Verona e Civitavecchia, per esempio) che avanzano la stessa sollecitazione. Dal Nord, ma non solo, si preme con forza sull’esecutivo Conte perché dia un ulteriore giro di vite alle restrizioni alla circolazione delle persone. Un provvedimento di limitazione della libertà personale che mai è stato preso in Italia fino ad oggi ma che ora, alla luce degli ultimi, raggelanti, dati sul contagio, sembra inevitabile.

Coronavirus, nella provincia di Vibo salgono ad undici i positivi

Vibo a quota 11. Il Coronavirus si propaga anche nella Provincia di Vibo Valentia. Il sindaco Maria Limardo ha annunciato nella serata odierna che è risultato positivo un undicesima persona. Si tratta dell’undicesimo caso, il terzo nella sola giornata odierna sul territorio vibonese.

Coronavirus, i contagiati nel Reggino a quota 74: oggi 11 nuovi casi

Reggio Calabria. La Direzione Aziendale del Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi Melacrino Morelli” di Reggio Calabria ha appena inviato alla stampa il consueto aggiornamento con il bollettino quotidiano sull’emergenza Coronavirus.

Oggi in Ospedale sono stati sottoposte allo screening per Covid-19 altre 112 persone con sospetto di infezione. Di queste, soltanto 11 sono risultate positive al test.

L’aumento rimane contenuto, esattamente come ieri. Complessivamente, quindi, in tutto il territorio della Provincia di Reggio Calabria abbiamo 74 contagiati su 1.254 tamponi effettuati: i positivi sono appena il 5,9% dei controllati, una delle percentuali più basse d’Italia a testimonianza che l’infezione non stia circolando in modo diffuso sul territorio. Tutti i casi positivi di Reggio, infatti, sono legati al focolaio del Nord Italia.