Lotta al coronavirus, Emilio Fede: «Il professor Ascierto va solo ringraziato. Basta polemiche»

Lotta al coronavirus, Emilio Fede: «Il professor Ascierto va solo ringraziato. Basta polemiche»

20 Marzo 2020 0 Di direzione

«Grazie a Emilio Fede per le sue parole di supporto. È vero, la salute non ha bisogno di polemiche. L’unione fa la forza».  Paolo Antonio Ascierto, oncologo e ricercatore italiano ha ringraziato sulla sua pagina Facebook Emilio Fede. Il giornalista ha lanciato un messaggio a sostegno del professore che lavora all’ospedale Pascale di Napoli. Proprio mentre il Paese è piegato dall’epidemia, infatti, scoppiano le polemiche.

La puntata di “Carta Bianca”

Nella puntata di Carta Bianca su Raitre, Massimo Galli, direttore del reparto malattie infettive dell’Ospedale Sacco di Milano, ha attaccato frontalmente il professor Paolo Ascierto, direttore della Struttura Complessa Melanoma e Terapie Innovative dell’istituto dei tumori Pascale di Napoli. E lo ha accusato di aver divulgato la notizia di una “scoperta” che non sarebbe tale rispetto all’utilizzo del tocilizumab su 11 pazienti ricoverati al Cotugno per via del coronavirus.

Emilio Fede: «Ascierto merita un grazie»

«C’è una polemica – ha detto in un video – che coinvolge il mondo della salute e della scienza a livello internazionale e riguarda Paolo Ascierto. Uno dei massimi esperti di immunologia all’ospedale Pascale di Napoli e non solo.  Ho conosciuto il professore  Ascierto, sono stato da lui, mi ha molto aiutato  e colpito umanamente e anche ovviamente dal punto di vista scientifico. Vicende che riguardano la salute non hanno bisogno di polemiche. Dico con molta umiltà che Ascierto merita un grazie da parte di chi è stato malato, è malato ed è stato curato. È la vita…».

La reazione del web

Tantissimi i messaggi di solidarietà al professore Ascierto sui social. Scrive un utente: «Grande professore non servono polemiche ora serve il vostro prezioso aiuto per superare questa crisi! Ai medici, infermieri e tutto il personale che in questo periodo lavora incessantemente. Grazie siete il nostro orgoglio!». E un altro aggiunge: «Personalmente non ho mai avuto l’onore di conoscerla, ma per quel che rappresenta, per l’impegno profuso nella battaglia al Covid-19, merita rispetto, sostegno e coraggio. Penso di parlare a nome di una città intera dicendo che Napoli è con lei. Grazie per quel che fa e prosegua, non si fermi». E un altro ancora osserva: «La scienza mal si coniuga con la politica. Onore ad un grande scienziato».