“Vado a fare la spesa”: militari lo trovano in spiaggia ad abbronzarsi

“Vado a fare la spesa”: militari lo trovano in spiaggia ad abbronzarsi

18 Marzo 2020 0 Di direzione

L’anziano aveva detto di trovarsi in giro, perché doveva “fare la spesa”, ma i carabinieri di Imperia lo hanno sorpreso qualche ora dopo sulla spiaggia, mentre si abbronzava sotto un tiepido sole quasi primaverile

L’unica nota positiva di tutta questa vicenda è la bella giornata di sole, che nella Riviera ligure di Ponente sembra preannunciare l’imminente arrivo della primavera: “maledetta” o “benedetta” che sia, vista l’emergenza sanitaria che sta attraversando il nostro Paese.

Non c’è hashtag (#iorestoacasa) che tenga: l’invito a non uscire dalla propria abitazione lo rispettano sempre meno persone e, in primis, gli anziani. Un caso su tutti, quello avvenuto oggi a Imperia, dove un uomo di 77 anni che a un controllo aveva dichiarato di andare a fare la spesa – lecito, ci mancherebbe – è stato sorpreso qualche ora dopo sulla spiaggia a prendere il sole.

Per lui è scattata una denuncia per la violazione del decreto Conte, più noto come l’articolo 650 del codice penale (inosservanza di provvedimento dell’autorità). Di questi giorni avvistare qualcuno al mare non può che attirare l’attenzione, specie dopo le segnalazioni dello scorso fine settimana di pic nic sulla spiaggia, qualcuno è stato anche denunciato. I carabinieri hanno così voluto approfondire i controlli e alla richiesta di mostrare l’autocertificazione, l’uomo con molta calma ha estratto il foglio piegato nella tasca e lo ha dato al militare.

Sul documento c’era scritto che l’uscita di casa era motivata per “fare la spesa”. Con l’aumento dei contagi in tutta Italia, specie in Lombardia, ma anche in Liguria, nelle ultime ore sono stati intensificati i controlli su tutta la Riviera di Ponente. In giornata è stato anche avvistato un elicottero dei carabinieri in giro di perlustrazione tra le province di Imperia e Savona. ufficialmente si tratta si “servizi ordinari”, ma sembra il velivolo avesse il compito di smascherare eventuali “furbetti”.

A Bordighera, inoltre, dove il sindaco Vittorio Ingenito, domenica scorsa ha chiuso il lungomare preso d’assalto da turisti e residenti, la polizia municipale ha denunciato tre persone che passeggiavano, senza un’adeguata giustificazione. “Nonostante i continui richiami alla necessità di restare in casa e uscire solo se strettamente necessario – afferma il primo cittadino – la polizia locale ha denunciato tre persone per aver violato le prescrizioni dei decreti governativi”.

Ingenito annuncia che i controlli nei prossimi giorni saranno ancora più serrati e riguarderanno anche le seconde case. “Sono giunte, infatti, diverse segnalazioni di appartamenti aperti proprio negli ultimi giorni e riferibili a proprietari o inquilini residenti in altre regioni – aggiunge il primo cittadino -. È recente la segnalazione alla guardia di finanza per un alloggio concesso in affitto senza regolare contratto. In questo momento non è ammissibile tollerare comportamenti e azioni, che possano ledere la salute altri, tra l’altro irrispettosi del sacrificio di tutti”.