(VEDI I 3 VIDEO) Sommossa sedata nel carcere di Foggia, presi 41 evasi: 10 ancora in fuga. Gli AUDIO dei cittadini terrorizzati

(VEDI I 3 VIDEO) Sommossa sedata nel carcere di Foggia, presi 41 evasi: 10 ancora in fuga. Gli AUDIO dei cittadini terrorizzati

9 Marzo 2020 0 Di direzione

Devastazione e roghi nel penitenziario. Situazione incandescente frenata a fatica dalle forze dell’ordine. “Vogliamo l’indulto e l’amnistia, non possiamo stare così con il rischio coronavirus”

Sedata a fatica la sommossa di circa 250 detenuti del carcere di Foggia che questa mattina hanno protestato contro le restrizioni ai colloqui con i parenti dovute all’emergenza coronavirus. Sarebbero 51 i detenuti evasi, 41 arrestati nelle ore subito successive al caos, altri dieci non ancora rintracciati. Il racconto della folle mattinata foggiana in alcuni audio di cittadini terrorizzati, pubblicati nel video in alto e ripresi anche da alcuni esponenti della politica nazionale.

Quattro dei fuggitivi – come anticipato nel primo pomeriggio – sono stati arrestati sulla tangenziale verso Bari mentre erano a bordo di un veicolo rapinato a Foggia ad un povero automobilista. Due sono stati fermati nel Basso Tavoliere, uno a Cerignola, l’altro a Orta Nova. Alcuni degli evasi hanno anche provato a confondersi tra i clienti di un supermercato.

“Vogliamo l’indulto e l’amnistia – urlavano i detenuti durante la protesta – non possiamo stare così con il rischio del coronavirus. Noi qui viviamo nell’inferno”. Durante i disordini, due reparti e la sala informatica della casa circondariale sono stati devastati, molte vetrate sono state infrante, e un incendio è stato appiccato all’ingresso della struttura. 40 posti letto inutilizzabili.