Coronavirus Emilia Romagna, chiuse 5 province fino al 3 aprile. Oltre mille contagi

Coronavirus Emilia Romagna, chiuse 5 province fino al 3 aprile. Oltre mille contagi

8 Marzo 2020 0 Di direzione

Modena, Reggio, Parma, Piacenza e Rimini diventano ‘zone rosse’. Bonaccini: “Cerchiamo soluzioni più coerenti”. I decessi in Regione ora sono 48 

Bologna, 7 marzo 2020 – Emilia Romagna blindata: cinque province chiuse. Le zone rosse saranno dunque estese alla Lombardia e ad altre 11 province. Stop spostamenti, salvo permesso, nei comuni di Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Venezia, Padova, Treviso, Asti e Alessandria. Questo il giro di vite del governo nel nuovo decreto ministeriale per il contenimento dell’emergenza nazionale sanitaria, valido dall’8 marzo al 3 aprile.

In particolare, allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19 è vietato entrare e uscire nelle citate province, “salvo che per gli spostamenti motivati da indifferibili esigenze lavorative o situazioni di emergenza”. Nelle “zone rosse” i cittadini con qualche linea di febbre (sopra i 37 gradi, ndr) dovranno restare nel proprio domicilio e limitare al massimo i contatti. Già ieri sera, alla fine del consiglio dei ministri, il premier Conte aveva chiesto ai ministri presenti la necessità di una ulteriore stretta. Chiuse palestre, piscine, musei e centri culturali.