Coronavirus in Toscana, le ultime notizie: 23 nuovi casi, anche un neonato Teatri chiusi e spettacoli annullati

Coronavirus in Toscana, le ultime notizie: 23 nuovi casi, anche un neonato Teatri chiusi e spettacoli annullati

5 Marzo 2020 0 Di direzione

Gli aggiornamenti ora per ora sull’emergenza Coronavirus in Toscana dove i contagi, alla data del 5 marzo, sono 61, di cui tre guariti e 1039 persone in isolamento domiciliare. Anche molti medici e infermieri in quarantena. Rossi blinda gli ospedali,annullati spettacoli ed eventi

Si estende l’emergenza coronavirus in Toscana: i nuovi test positivi al coronavirus giovedì in Toscana sono 23, per un totale di 61 notifiche nella regione. Un’accelerazione che preoccupa, con unpaziente gravissimo a Livorno e anche molti sanitari costretti alla quarantena, tra Pontremoli, Livorno e Firenze, a causa di accessi impropri ai pronto soccorso. Le persone in isolamento domiciliare hanno raggiunto le quattro cifre: sono 1039.

Ore 18.15 I nuovi casi sono 23, c’è anche un neonato di tre mesi

Sono 23 i nuovi casi positivi al Coronavirus (Covid-19) in Toscana, registrati tra mercoledì sera (4 marzo) e giovedì (5 marzo). Tra i positivi anche un neonato di tre mesi, del nucleo familiare di Chiusi, senza sintomi e costantemente monitorato a casa.

Asl centro: i nuovi casi positivi registrati sono 9: Iil primo caso è una donna, di 48 anni, di Santa Maria a Monte (Pisa), in isolamento domiciliare, in buone condizioni di salute. Il secondo caso è una donna, di 71 anni, di Firenze, ricoverata a Ponte a Niccheri, in malattie infettive. Il terzo caso è una donna, di 71 anni, di Firenze, ricoverata nel reparto di Malattie infettive di Careggi. Il quarto caso è una donna, di 60 anni, di Firenze, in isolamento domiciliare, condizioni di salute stazionarie. Il quinto caso è un uomo, di 52 anni, ricoverato nel reparto di Malattie infettive di Ponte a Niccheri. Il sesto caso è una donna, di 70 anni, anche lei ricoverata nel reparto di Malattie infettive di Ponte a Niccheri. Il settimo caso è una donna, di 56 anni, di Empoli, in isolamento domiciliare, in buone condizioni di salute. L’ottavo caso, è una donna, di 77 anni, di Firenze, in isolamento domiciliare, condizioni di salute stazionarie. Il nono caso è una donna, di 39 anni, di Bagno a Ripoli, in isolamento domiciliare.

Asl nord ovest: altri 8 nuovi casi positivi di Coronavirus (Covid-19) tra Lucca, Pisa e Massa Carrara. Il primo caso positivo è un uomo, di 76 anni, residente a Viareggio. Al momento è in rianimazione, in ventilazione assistita, all’ospedale Versilia. Il secondo caso è un uomo di Capannori, di 59 anni, imprenditore, che si è recato nel Nord d’Italia e ha avuto contatti con vari operatori commerciali. E’ ricoverato in Terapia intensiva a Lucca in condizioni critiche, ma stabili. Il terzo caso è un uomo di Capannori, di 55 anni. E’ stato a Fermo, nelle Marche, qualche giorno fa. E’ ricoverato, in buone condizioni, nel reparto di Malattie infettive di Lucca. Il quarto e il quinto caso sono relativi a due coniugi, residenti a San Giuliano Terme (Pisa), entrambi di 58 anni. L’uomo, agronomo, ha partecipato a un congresso a Udine, il 20 e il 21 febbraio. Sono nella propria abitazione in quarantena e stanno bene. Il sesto caso è un uomo di Pisa, di 38 anni. Ha fatto accesso al pronto soccorso di Cisanello ed è ricoverato in Malattie infettive, a Pisa. Il settimo e ottavo caso sono relativi a una coppia di coniugi di Licciana Nardi, in Lunigiana. L’uomo, di 72 anni, passato dall’ospedale di Pontremoli e adesso ricoverato nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale Apuane, dove è ricoverata anche la moglie. La coppia aveva frequentato una sala da ballo nella zona di La Spezia.

Asl sud est: sono 6 i nuovi casi positivi al Coronavirus “Covid-19”, tra Arezzo, Siena e Grosseto. Il primo caso è una donna, di 51 anni, di Arezzo, in isolamento domiciliare, condizioni di salute stazionarie. Il secondo caso è un uomo, di 43 anni, di Castelfranco Piandiscò (Arezzo), in isolamento domiciliare, condizioni di salute stazionarie. Il terzo caso è un bambino di 3 mesi, del nucleo familiare di Chiusi segnalato ieri (4 marzo), in isolamento domiciliare, costantemente monitorato. Il quarto caso è un uomo, di 58 anni, di Piancastagnaio (Siena), un operatore dell’unione sportiva pianese, in isolamento domiciliare, condizioni di salute stazionarie. Il quinto e il sesto caso sono di Grosseto: una coppia di coniugi (74 anni l’uomo e 70 anni la donna), entrambi ricoverati nel reparto di malattie infettive dell’ospedale “Misericordia”.

Ore 16.30, stop all’attività ambulatoriale negli ospedali di Firenze, Prato e Pistoia

Fino al 15 marzo, sarà sospesa l’attività ambulatoriale negli ospedali toscani di Santa Maria Nuova, San Giovanni di Dio, Santa Maria Annunziata, a Firenze, Mugello a Borgo San Lorenzo (Firenze), Serristori a Figline Valdarno, Santo Stefano a Prato, San Jacopo a Pistoia, Piot a San Marcello Pistoiese, Ss. Cosma e Damiano a Pescia (Pistoia), San Giuseppe a Empoli, San Pietro Igneo a Fucecchio (Firenze) e Ospedale degli Infermi a San Miniato (Pisa). Lo riferisce la Ausl Toscana Centro, per il territorio e le strutture di competenza, spiegando che si tratta di «una misura preventiva che si inserisce all’interno delle ultime disposizioni ministeriali e regionali per una corretta gestione dell’emergenza coronavirus». Pertanto le prestazioni già programmate saranno rinviate a data da destinarsi, eccetto quelle individuate come indispensabili dal medico di famiglia (urgenze cliniche e fast track) e dallo specialista di riferimento (follow up e controlli). Gli operatori sanitari contatteranno direttamente i singoli utenti per concordare un nuovo appuntamento.

Ore 15, Firenze annulla la cerimonia per la cittadinanza alla Segre

Annullata la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Liliana Segre, in programma il 9 marzo a Firenze, a Palazzo Vecchio, nel corso del Consiglio comunale. Per effetto delle misure varate dal Governo sul Coronavirus i consiglieri cambieranno inoltre aula: non più nel Salone dei Duecento, dove non c’è spazio a sufficienza per assicurare la distanza minima di un metro da persona a persona, ma nel Salone dei Cinquecento.

Ore 13, chiusi tutti i teatri di Firenze almeno fino a domenica

Tommaso Sacchi, assessore alla cultura del Comune di Firenze e presidente della Fondazione Teatro della Toscana, ha annunciato la chiusura della Pergola chiedendo agli altri operatori culturali chi voleva seguirlo, ottenendo il consenso unanime. Ha riunito in mattinata – in platea alla Pergola – stampa e operatori culturali di ogni ordine e grado per sondare, capire, proporre soluzioni comuni all’allarme coronavirus. «Questa prova con 180 persone in platea e 15 maschere del teatro che hanno lavorato tutta la mattina per garantire le norme di sicurezza chieste dal ministero, è la dimostrazione pratica che non possiamo rischiare di tenere aperto nulla – ha spiegato Sacchi – anche in caso di un numero di spettatori congrui ai limiti del metro di distanza minimo tra le persone, ci sono spazi comuni come biglietterie, foyer, servizi, che non ci danno la possibilità di garantire con assoluta certezza il rispetto delle norme di prevenzione. Noi come Pergola chiudiamo e vi chiediamo se volete fare altrettanto». I presenti all’assemblea confermano: Teatro di Rifredi, Amici della Musica, Teatro Puccini, San Salvi, Festival delle Scoperte resteranno chiusi. Chiude anche il Maggio, pur non avendo partecipato alla riunione organizzativa. Mentre i teatri della fondazione della Pergola rimarranno sicuramente chiusi fino al 3 aprile: Teatro Era di Pontedera, Teatro Studio di Scandicci, Teatro Niccolini, «salvo comunicazioni differenti». Chiude fino al 3 aprile anche il Teatro Verdi«I musei cittadini civici – ha poi spiegato l’assessore – saranno aperti (ma è stata cancellata la tre giorni di musei gratuiti) anche perché abbiamo registrato un forte calo dei visitatori dei musei» e quindi non ci sono problemi a far rispettare la distanza di un metro. Annullate però le visite di gruppo. Sarà così aperto Palazzo Vecchio ma prevista la chiusura della Torre di Arnolfo». Annullati gli spettacoli al Maggio. (Edoardo Semmola)

Ore 12.50, annullata a Siena la gara «Le Strade Bianche»

La Strade Bianche, in programma sabato prossimo, è stata rinviata a data da destinarsi. Secondo quanto apprende l’ANSA, Rcs Sport adesso – di comune accordo con l’Uci – dovrà trovare una data per ricollocare la gara ciclistica. La decisione è emersa dopo una riunione fra i dirigenti di Rcs Sport, il Prefetto e il sindaco di Siena