Coronovirus, in arrivo 7 miliardi di perdite per il turismo

4 Marzo 2020 0 Di direzione

Secondo la Confturismo non arriveranno in Italia 31 milioni di turisti

Circa 31 milioni di presenze perse a causa del Coronaviurs. Sono questi i dati diffusi dalla Confturismo, associazione aderente alla Confcommercio che riunisce gli operatori nel settore del turismo, che analizza l’andamento trimestrale dei flussi tra il primo marzo e il 31 maggio.

I dati sono preoccupanti e il rischio è che il settore vada a picco a causa degli effetti dell’avanzata del virus cinese. Sono previsti, difatti, oltre 31 milioni di turisti in meno in Italia, con una perdita di circa 7,4 miliardi di euro. Inoltre i dati economici non sono completi perché in questo calcolo non viene conteggiata la perdita dei viaggi organizzati verso l’estero e nemmeno la componente dei viaggi di affari verso l’estero.

“La situazione è drammatica per tutto il comparto – commenta il presidente di Confturismo-Confcommercio, Luca Patanè – Purtroppo stiamo pagando le conseguenze di una comunicazione mediatica molto più letale del virus, anzi il peggior virus è l’isteria, grazie a questo siamo considerati come degli untori e così temuti e tenuti lontano. Quindi dobbiamo eliminare l’isteria dal sistema ricostruendo da subito un messaggio rassicurante e veritiero dello stato delle cose in Italia”.

Per Patanè: “Serve, da subito, prendere provvedimenti forti per immettere liquidità nel sistema dando un po’ di ossigeno alle imprese del settore; ma è necessario anche intervenire a livello governativo per far terminare i blocchi all’ingresso degli italiani nei paesi esteri e i blocchi ai flussi turistici degli stranieri verso l’Italia”.

Difficile comprendere come intervenire su questo tema considerando l’allargamento geografico del contagio con la segnalazione, questa mattina, del primo caso in Polonia. In un’intervista a il presidente di Confcommercio Sangalli lancia l’allarme:”La destinazione Italia rischia di sparire totalmente dai radar del turismo internazionale. L’ulteriore ondata di contagi nell’ultima settimana sta producendo danni difficilmente recuperabili a breve. E il recente blocco sulle partenze dagli Usa rischia di mettere in ginocchio l’intera filiera”.

Intanto una paziente del campus bio-medico di Roma è risultata positiva al virus a seguito dei test per il covid-19. La pazient5e è stata trasferita allo Spallanzani anel tardo pomeriggio di eri e in una nota inviata dall’ospedale ai pazienti la struttura ha informato che in via precauzionale gli operatori entrati a contatto con la paziente sono stati sottoposti a tampone faringeo.

“A scopo prudenziale – dice la nota – anche questa persona è già stata sottoposta a tampone faringeo insieme ai colleghi che sono entrati a contatto con lei. I tamponi sono stati inviati all’ospedale Lazzaro Spallanzani”. I risultati sono attesi oggi pomeriggio