Coronavirus, secondo morto in Lombardia. Bar e discoteche chiusi dopo le 18

3 Marzo 2020 0 Di direzione

Secondo morto per il coronavirus in Lombardia e terzo in Italia. Si tratta di una donna della provincia di Cremona che era ricoverata in oncologia con una situazione molto compromessa. Lo ha spiegato l’assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera nell’ultima conferenza stampa. “Colpisce dalla media età in avanti, quando c’è un elemento di fragilità. Ci si ammala dai 60 ai 70 anni“.

I casi in Italia salgono a 150, ben 112 nella sola Lombardia con il primo decesso accertato ieri sera a Sesto San Giovanni.

Regione Lombardia ha emesso un’ulteriore ordinanza con nuove restrizioni per evitare il contagio. “Prevediamo dalle ore 18 la chiusura dei luoghi commerciali di intrattenimento o svago, non i ristoranti, quindi pub e discoteche, luoghi dove si trovano molte persone”, ha aggiunto Gallera. La misura potrebbe essere prorogata per altri 7 giorni.